•  

LESIONE

Si deve lavorare tutta la vita per costruire una cosa e solo un millesecondo per distruggerla.

 

“A causa della mia lesione cerebrale traumatica non posso andare al oceano e fare surf. Per questo motivo, ho deciso di imparare a nuotare. Questo era cruciale perché mi ha aiutato di più a riprendermi.”
Jeffrey Fernandini

“Lui era in una sedia a rotelle. Non poteva raddrizzare. Dovevamo portarlo al letto, di sollevarlo, di portarlo al bagno. Quando lo avevamo portato a casa era come un bebè. Dovevamo fare tutto per lui.”
Idel Fernandini, padre di Jeffrey Fernandini

“Non potevamo lasciarla da sola.”
Michael Uretsky, padre di Madeline Uretsky


RIABILITAZZIONE

E allora tutto comincia dall'inizio. Ogni situazione ha una soluzione che si deve cercare.

 

“Dopo la mia lesione cerebrale traumatica ero molto deciso di camminare di nuovo, di...di leggere libri … e questo...questo veramente mi ha aiutato nella cura.”
Sean Rowel

“Le persone che lottavano contro le conseguenze causate dalla cosidetta “Lesione cerebrale facile” le chiamavamo i feriti che camminano. Sembri bello, suoni bene, parli bene, cammini senza molta difficoltà o senza difficoltà, muovi le braccia, puoi leggere...puoi scrivere...e allora qual è il tuo problema? Ci sono tanti problemi.”
Marilyn Spivack


DIFFERENZE

“La popolazione soffre di lesione cerebrale traumatica ogni giorno. Può avvenire mentre fai qualsiasi cosa. Non solo mentre fai sport come nel mio caso.”
Madeline Uretsky

“Alla fine, la conclusione è che ogni lesione cerebrale traumatica è diversa perché tutti noi siamo persone diverse.”
Sean Rowel


APPOGGIO

“Impara dalle persone che hanno sopravvissuto questa situazione. Le famiglie sono una fonte ricca di quel tipo di esperienza. Soprattutto quando hanno passato le stesse cose come tu.”
Marilyn Spivack

“L'appoggio delle persone che ti vogliono bene...per le persone che si riprendono da una lesione cerebrale traumatica … è... Saen Rowell: “Inestimabile” Kellie Rowell “Inestimabile.”
Kellie Rowell, madre di Sean Rowell

“Penso che le persone non sappiano che cosa passano coloro che soffrono di una lesione cerebrale traumatica.”
Peter Rowell, padre di Sean Rowell

“Penso che il solo fatto che non sei lasciato da solo, possa proteggere le persone dalla caduta in un abisso di disperazione che a volte succede, a prescindere dalla grandezza dei problemi.”
Dottore Joseph Giacino


TEMPO DI RECUPERO

“Recentemente è stato scoperto che il periodo di recupero è più lungo di quello che abbiamo pensato. Nel passato la gente pensava che dopo un anno dalla lesione il cervello si sarebbe recuperato. Il punto dove è arrivato il recupero del cervello dopo un anno è proprio il punto a cui sarebbe tutta la vita. Adesso sappiamo che questo non è vero. I pazienti continuano la lotta anche dopo.”
Dottore Joseph Giacino

“Veramente è una cosa molto complessa di essere disposti ad un recupero ed una ripresa continua. Si tratta di un lungo processo. Però non ci si deve arrendere mai.”
Marilyn Spivack


RACCOMANDAZIONI PER ALTRE PERSONE CHE SOFFRONO DI LESIONE CEREBRALE TRAUMATICA

C'è bisogno di determinazione per cercare la soluzione. Persistenza finché non si trova la soluzione. E pazienza finché non si trova la soluzione.

 

“è difficile, però con molto amore si riesce a fare.”
Maritza Fernandini, madre di Jeffrey Fernandini

“è difficile, però con molto amore si riesce a fare. Lei mi ha aiutato...lei...all'inizio era molto difficile, però lei mi aiutava con molto amore.”
Jeffrey Fernandini

“Questa seconda opportunità per me è di fare tutto dall'inizio. Però questa volta io la capirei seriamente, dando tutto per fare il meglio.”
Jeffrey Fernandini

“La mia lesione cerebrale traumatica mi ha cambiato in vari modi. Ho imparato ad essere più paziente perché so che il periodo di recupero è molto lento e non si guarisce in una notte. Ho imparato ad essere paziente. Allo stesso modo ho imparato ad accettare le cose, perché dovevo imparare questa cosa per poter godere del resto della mia vita. E so che questo potrebbe essere difficile per molte persone, però sia l'accettazione che la positività sono molto importanti.”
Madeline Uretsky

“Quello che io raccomanderei ad altre persone che soffrono di lesione cerebrale traumatica è ...di fare quello che vogliono. In ogni modo possibile. Ti faceva felice nel passato per questo motivo ti piace. Devi continuare con le cose che ti piacciono perché possono rafforzare l'autostima. E sempre avrai qualcosa da appoggiarsi.”
Steven Machnik

“Io consiglierei di fare qualcosa per tenere l'attenzone durante il giorno. Devi fare qualche attività che ti rende felice e che sei capace di farla adesso.”
Marguerite MacDonald